Diocesi di Vicenza
 Home Page » Archivio News » 2020 » Luglio 2020 » Nuovo assistente per l'UNITALSI Berica: dopo il lockdown riprendono i pellegrinaggi e gli incontri diocesani 
Venerdì 17 Luglio 2020
Nuovo assistente per l'UNITALSI Berica: dopo il lockdown riprendono i pellegrinaggi e gli incontri diocesani   versione testuale






 
Don Arrigo Grendele nuovo assistente diocesano UNITALSI e riprendono i pellegrinaggi a Lourdes e Loreto. 
 
Scrive Margerita Grotto sulla Voce dei Berici di questa settimana:
 
La macchina dell’Unitalsi si è rimessa in moto. Dopo un immobilismo associativo provinciale, regionale e nazionale, dovuto alla pandemia, ora si respira un’aria di ritorno alla normalità, quella normalità dettata anche dalla recente nomina dell’assistente ecclesiastico dell’associazione, che prende in mano le redini di don Oreste Ferronato, dimessosi a dicembre 2019: don Arrigo Grendele, già direttore dell’ufficio missionario diocesano. «Accogliamo a braccia aperte il nuovo assistente dopo cinque mesi di sede vacante - così il presidente dell'Unitalsi sottosezione di Vicenza, Battista Cantele -. Confido in una collaborazione produttiva e proficua, attiva e continuativa, perché è quello di cui abbiamo bisogno». «Sarà tutta una scoperta anche per me» è il breve, ma incisivo commento di don Arrigo.

Ma questa è solo una delle novità. «Il Covid-19 ha stravolto tutti i nostri programmi - ancora il presidente - ma ora, seppur lentamente, tentiamo di riprendere in mano la situazione». Dopo la riunione del consiglio di sottosezione, tenutasi in data 26 giugno rispettando le norme igienico-sanitarie, sono stati riprogrammati alcuni appuntamenti tradizionali. Uno su tutti il pellegrinaggio a Lourdes. Il santuario è ora aperto con una capienza di 5000 persone. Anche il Triveneto riparte, e solo in aereo: dal 12 al 15 settembre e dal 20 al 23 di ottobre con 189 posti a disposizione per ciascun viaggio. Si alloggerà in loco solo a La Source, poiché molti alberghi sono ancora chiusi.
Non mancherà il pellegrinaggio a Loreto, già in agosto, dal 22 al 25. Nella “lista di pellegrinaggi” figura anche la Terra Santa, per la quale l’Unitalsi della sottosezione di Vicenza è in attesa di conferma, date e quota.
 
Sono già state messe a calendario la Giornata del malato a Scaldaferro, prevista per il 13 settembre. Se sarà in vigore ancora il distanziamento sociale, la cerimonia verrà trasmessa esclusivamente su Radio Oreb.
 
Le Giornate della Speranza si terranno a Monte Berico venerdì 18 e sabato 19 settembre, solo al mattino, con rosario e santa Messa.
 
Si passa ad ottobre con la Giornata della fraternità a Chiampo, in agenda il 4, limitata alla Messa del mattino e, tempo permettendo, alla via crucis del pomeriggio. A seconda delle disposizioni in vigore, il pranzo si terrà in palestra o al sacco, all’aria aperta, all’inizio della salita alla grotta. «Chiampo è per noi una tappa importante e quest’anno ci permetterà di fare memoria del pellegrinaggio mancato a Lourdes in maggio» spiega Cantele.

Ultimo appuntamento dell’anno la Giornata dell’adesione, in programma il 29 novembre, in cui - in via eccezionale - non vi saranno le elezioni per il presidente e per il Consiglio del prossimo quinquennio. La presidenza nazionale ha, infatti, ritenuto di doverle rimandare al prossimo anno, allungando di fatto il mandato dell’attuale Consiglio di 12 mesi. Si palesa, all’orizzonte, anche l’opportunità, data dalla Diocesi, di una sede nuova per l’associazione, la canonica di Bertesina. «I contatti sono avviati, ci vorrà tempo - conclude Cantele -, vedremo se potrà fare al caso nostro. Intanto coraggio: da questa crisi ne usciremo e saremo più forti!».