Diocesi di Vicenza
 Home Page » Archivio News » 2019 » Novembre 2019 » Il cardinale Bassetti a Bassano del Grappa per il Premio di Cultura Cattolica 2019 
Domenica 3 Novembre 2019
Il cardinale Bassetti a Bassano del Grappa per il Premio di Cultura Cattolica 2019   versione testuale
Il prestigioso riconoscimento internazionale all'ostetrica Flora Gualdani






 

Sarà S.E. il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana, a conferire all'ostetrica Flora Gualdani il Premio di Cultura Cattolica 2019.

Alla cerimonia interverrà anche il Vescovo di Vicenza mons. Beniamino Pizziol.

 

La manifestazione di consegna del Premio Internazionale Medaglia d’Oro al merito della Cultura Cattolica si terrà:

 

 

 

Venerdì 8 novembre 2019

 

alle ore 20.30 presso il Teatro Remondini

 

di Bassano del Grappa

 

 

Flora Gualdani ha testimoniato esemplarmente la fede, ponendo la propria professione di ostetrica a servizio della vita, della vita intera di ogni persona dal concepimento alla morte. Nell’instancabile, quotidiano lavoro in reparti ospedalieri, ambulatori e aule, ha sempre posto alla base del suo impegno la preghiera e la fedeltà al magistero della Chiesa. Ha applicato gli insegnamenti sull’amore umano di San Giovanni Paolo II e, con lo studio, ha approfondito tematiche sia mediche sia teologiche. Per lei, “fisiologia del corpo e mistica sono un’armonia”.

 

Conseguito il diploma di ostetricia a Firenze, compie nel 1964 il suo primo viaggio in Terrasanta. Dentro la grotta della Natività di Betlemme comprende quale sia la propria vocazione: difendere la vita nascente. Spostandosi nelle terre martoriate dalla guerra o da calamità naturali (Bangladesh, India, Cambogia, Bosnia), lì dove la maternità è più a rischio, con coraggio e senza preclusioni di credo o cultura aiuta a nascere circa cinquemila bambini. Dedica successivamente il suo impegno maggiore per l’Occidente “gaudente e disperato”: con grande attenzione ai segni dei tempi, prevede le conseguenze della legge sull’aborto e della diffusione dei contraccettivi, anche in termini di degrado morale e povertà culturale. Si aggiorna nella sede di Roma dell’Università Cattolica del Sacro Cuore sui temi fondamentali di bioetica e procreazione responsabile, sotto la guida, in particolare, di Jerome Lejeune, Anna Cappella, dei coniugi Billings, dei cardinali Caffarra e Sgreccia.

 

Ad Arezzo, nel 1964, fonda “Casa Betlemme”, associazione riconosciuta ecclesialmente nel 2005 dal vescovo Gualtiero Bassetti. All’accoglienza di gestanti in difficoltà affianca un’intensa attività educativa e culturale, avviata prima in diocesi e poi proposta in tutta Italia, sui temi dell’alfabetizzazione bioetica e della teologia del corpo.

 

Flora Gualdani, che è stata capace di farsi prossima ai traumi del post-aborto evidenziandone la drammatica, attuale realtà, è dunque la testimone laica di una vita autenticamente vissuta “secondo la verità nella carità” (Ef 4, 15).

 

La Giuria del Premio Internazionale per la Cultura Cattolica è particolarmente onorata e lieta di premiare Flora Gualdani, poiché nel suo servizio all’umanità ha saputo fondere in unità vitale fede e ragione, cultura e scienza, carità cristiana e apostolato, contribuendo all’effettiva promozione della libertà dell’uomo e della donna, conformemente all’impronta data alla natura dal suo Creatore.