Diocesi di Vicenza
 Home Page » Archivio News » 2018 » Maggio 2018 » Giornata delle Comunicazioni Sociali: tre appuntamenti in diocesi nel mese di maggio 
Lunedì 7 Maggio 2018
Giornata delle Comunicazioni Sociali: fake news e giornalismo di pace   versione testuale
Giovedì 17 Maggio a S. Pio X incontro con Bruno Mastroianni su cristiani e social network






 

« La verità vi farà liberi ». Fake news e giornalismo di pace.

Il tema che il Santo Padre Francesco ha scelto per la 52a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali 2018 riguarda le cosidette “notizie false” o “fake news”, cioè le informazioni infondate che contribuiscono a generare e ad alimentare una forte polarizzazione delle opinioni. Si tratta di una distorsione spesso strumentale dei fatti, con possibili ripercussione sul piano dei comportamenti individuali e collettivi. In un contesto in cui le aziende di riferimento del social web e il mondo delle istituzioni e della politica hanno iniziato ad affrontare questo fenomeno, anche la Chiesa vuole offrire un contributo proponendo una riflessione sulle cause, sulle logiche e sulle conseguenze della disinformazione nei media e aiutando alla promozione di un giornalismo professionale, che cerca sempre la verità, e perciò un giornalismo di pace che promuova la comprensione tra le persone.
La Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, l’unica giornata mondiale stabilita dal Concilio Vaticano II (“Inter Mirifica”, 1963), viene celebrata in molti paesi, su raccomandazione dei vescovi del mondo, la Domenica che precede la Pentecoste (nel 2018, il 13 maggio).
 
 
“CRISTIANI NON IMPIGLIATI NELLA RETE”
Giovedì 17 maggio, ore 20,30, Centro Parrocchiale S. Pio X a Vicenza In occasione della 52^ Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, l'ufficio per le comunicazioni sociali della diocesi di Vicenza e il Centro Culturale San Paolo propongono un incontro con il Prof. Bruno Mastroianni, docente di "Reti e social media" all'Università Telematica Internazionale Uninettuno. Saranno trattati temi legati ai social media per capire come dialogare senza litigare e come poter stare in queste nuove realtà. Sono invitati operatori pastorali, sacerdoti e quanti possono essere interessati a questi temi.
 
Scarica la locandina.