Diocesi di Vicenza
 Home Page » Archivio News » 2017 » Dicembre » La Cura della Casa Comune: nel prossimo weekend un Corso monografico a Villa San Carlo 
Mercoledì 29 Novembre 2017
La Cura della Casa Comune: nel prossimo weekend un Corso monografico a Villa San Carlo   versione testuale






 

L’Ufficio diocesano per l’IRC offre, anche quest’anno, un corso di aggiornamento monografico, rivolto ai docenti di religione di ogni ordine e grado delle scuole statali e paritarie cattoliche e/o d’ispirazione cristiana, ma aperto anche a tutti coloro sono interessati al tema. Il corso si terrà nel prossimo weekend a Villa S. Carlo in Costabissara (VI). Il tema scelto è: “La cura della ‘casa comune’ secondo l’enciclica di papa Francesco ‘Laudato sì’: una grande sfida culturale ed etica, educativa e spirituale, sostenuta dal dialogo ecumenico ed interreligioso”. Il corso si terrà sabato 2 dicembre (ore 15.00-19.00) e domenica 3 dicembre 2017 (ore 8.30-12.30).

La due-giorni è finalizzata a presentare e approfondire l’enciclica di papa Francesco sulla questione ecologica e la custodia della “casa comune” da una pluralità di prospettive: culturale, biblica, etica e del dialogo ecumenico e interreligioso.

I relatori, che si alterneranno sono: Bozza prof. don Giorgio (docente di Teologia morale presso la Facoltà Teologica del Triveneto e parroco nel padovano), Tessarollo prof. Francesco (già docente di filosofia al Liceo “Brocchi” di Bassano del Grappa), Lucatello prof. Luca (licenziato in Teologia dogmatica e IdR), Viadarin prof, Davide (licenziato in Teologia biblica e IdR).

Il corso è rivolto agli IdR, ai docenti di altre discipline e a quanti sono interessati al tema, ovviamente previa iscrizione (e-mail: irc@vicenza.chiesacattolica.it).

La novità è che il corso – grazie alla collaborazione con l’AIMC nazionale – è stato inserito nella piattaforma SOFIA del MIUR e per tutti i docenti diventa un corso di aggiornamento riconosciuto.

 

“Una buona educazione scolastica nell’infanzia e nell’adolescenza – scrive papa Francesco al n° 213 dell’enciclica – pone semi che possono produrre effetti lungo tutta la vita” e l’IRC può dare un contributo notevole anche per una “conversione ecologica”.

don Antonio Bollin