Diocesi di Vicenza
 Liturgia » Celebrazioni e Riti » PROPRIO DEI SANTI DELLA DIOCESI DI VICENZA » 20 ottobre Santa Maria Bertilla Boscardin 
OTTOBRE
20 ottobre Santa Maria Bertilla Boscardin   versione testuale
VERGINE





 

MEMORIA

S. MARIA BERTILLA nacque nel 1888 a Brendola e crebbe umile e mite. Professa nell’Istituto delle Suore Maestre di Santa Dorotea Figlie dei Sacri Cuori, espletò le più umili incombenze dando esempio di ogni virtù. Nell’assistere gli ammalati degenti nell’ospedale di Treviso esercitò la carità in grado eroico, specialmente con i più bisognosi, sopportando con animo lieto disagi e incomprensioni. Ricca di meriti, morì a Treviso nel 1922. Il suo corpo è venerato presso la Casa Madre delle Suore Dorotee in Vicenza.

Fu iscritta nell’albo dei santi dal Sommo Pontefice Giovanni XXIII nella solennità dell’Ascensione del 1961.

 

ANTIFONA D'INGRESSO

Venite, benedetti del Padre mio,

dice il Signore: ero ammalato e mi avete visitato.

In verità vi dico:

ogni volta che avete fatto questo

a uno solo di questi miei fratelli più piccoli,

l'avete fatto a me. Mt. 25,34-36,40

 

COLLETTA

O Dio d'immensa carità,

che nel servizio al Figlio tuo

nella persona degli ammalati

hai insegnato la via della perfezione

a santa Maria Bertilla:

per sua intercessione,

accendi i nostri cuori con il fuoco del tuo divino amore,

perché, nel lieto adempimento del precetto della carità

siamo da Te benedetti nel regno dei cieli.

Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,

e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo,

per tutti i secoli dei secoli. Amen.

 

SULLE OFFERTE

Accogli, o Signore, i doni del tuo popolo:

e a noi che commemoriamo l'opera

dell'immensa carità del tuo Figlio,

concedi di essere rafforzati

nell'amore tuo e del prossimo

dall'esempio di santa Maria Bertilla.

Per Cristo nostro Signore.

 

ANTIFONA ALLA COMUNIONE

Nessuno ha un amore più grande di questo:

dare la vita per i propri amici. Gv. 15,13

 

DOPO LA COMUNIONE

Nutriti con gioia dal sacramento di salvezza,

supplichiamo, Signore, la tua bontà perché,

divenuti imitatori di santa Maria Bertilla nella carità,

possiamo partecipare anche alla sua gloria.

Per Cristo nostro Signore.