Diocesi di Vicenza
 Liturgia » Celebrazioni e Riti » PROPRIO DEI SANTI DELLA DIOCESI DI VICENZA » 13 maggio Santi Felice e Fortunato 
MAGGIO
13 maggio Santi Felice e Fortunato   versione testuale
MARTIRI VICENTINI





 

MEMORIA

I Santi FELICE e FORTUNATO, fratelli vicentini, subirono il martirio ad Aquileia durante la persecuzione di Diocleziano. Furono venerati insieme, come attesta l’iscrizione del sarcofago di S. Felice, mentre i loro corpi sono custoditi in luoghi diversi, come testimonia Venanzio Fortunato: "Felicem meritis Vicentia refundit, et Fortunatum fert Aquileia suum". La Chiesa Vicentina li ha sempre invocati come patroni, ne sono testimonianza documenti storici e liturgici, e l’insigne Basilica dei Ss. Felice e Fortunato.


ANTIFONA D'INGRESSO

Esultano in cielo i santi martiri,

che hanno seguito le orme di Cristo;

per il suo amore hanno versato il sangue

e si allietano per sempre con Cristo Signore. Alleluia.


COLLETTA

O Dio, che oggi allieti la Chiesa Vicentina

nel ricordo del glorioso martirio

dei santi Felice e Fortunato,

concedi a noi, che confidiamo nella loro intercessione,

di imitarli nella fermezza della fede.

Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,

e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo,

per tutti i secoli dei secoli.


SULLE OFFERTE

Accetta, o Signore, i doni, che ti offriamo nella festa

dei santi martiri Felice e Fortunato,

e concedi anche a noi di perseverare

con la fortezza dei martiri

nella confessione del tuo nome.

Per Cristo nostro Signore.

 

ANTIFONA ALLA COMUNIONE

Se moriamo con Cristo,

vivremo anche con lui; se con lui perseveriamo,

con lui anche regneremo. Alleluia. 2 Tm. 2, 11-12


DOPO LA COMUNIONE

Il sacro convito, o Signore,

che con gioia abbiamo celebrato

nel ricordo del martirio dei santi Felice e Fortunato,

diventi per noi sorgente perenne di salvezza.

Per Cristo nostro Signore.