Diocesi di Vicenza
 Liturgia » Celebrazioni e Riti » PROPRIO DEI SANTI DELLA DIOCESI DI VICENZA » 9 gennaio Beata Eurosia Fabris Barban 
Giovedì 9 Gennaio 2014
9 gennaio Beata Eurosia Fabris Barban   versione testuale
MADRE DI FAMIGLIA





MEMORIA

Nata a Quinto Vicentino nel 1866, in una famiglia di modesti contadini, Eurosia trascorse la sua giovinezza nell’ambito domestico e nell’ambiente parrocchiale, manifestando generosità e spirito di fede. A vent’anni sposò il vedovo Carlo Barban, già padre di due bambine, dal quale ebbe poi nove figli. La vita di famiglia, con i suoi doveri e i suoi sacrifici, fu per Eurosia, chiamata da tutti "Mamma Rosa", una palestra di virtù e di santificazione. Guidati dalla testimonianza di vita della mamma, tre dei nove figli di questa singolare educatrice seguirono il Signore nel ministero sacerdotale, mentre due di essi scelsero la vita consacrata.

Amata e venerata da tutti per la sua bontà schietta e lieta, nonché per la sua carità squisita che sempre guidò le sue scelte di vita, incontrò il Signore della gloria l’8 gennaio 1932, a Marola, nella cui chiesa parrocchiale riposano i suoi resti mortali.

Papa Benedetto XVI ha concesso questa celebrazione liturgica con la Lettera apostolica di Beatificazione, resa pubblica a Vicenza il 6 novembre 2005.
 

ANTIFONA D'INGRESSO

"Venite, benedetti del Padre mio",

dice il Signore;

"ero malato e mi avete visitato.

In verità vi dico:

ogni volta che avete fatto queste cose

a uno dei miei fratelli più piccoli,

l’avete fatto a me".
 

COLLETTA

Mt 25,34.36.40

Tu solo sei Santo, Signore,

e fuori di te non c’è luce di santità;

ci hai allietati con la beatificazione di Eurosia:

fa’ che il ricordo

della sua testimonianza evangelica

segni il rinnovamento della nostra vita,

per vivere pienamente la vocazione battesimale

e progredire in cristiana letizia

nel cammino del tuo amore.

Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio,

che è Dio e vive e regna con te,

nell'unità dello Spirito Santo,

per tutti i secoli dei secoli.

 

SULLE OFFERTE

Accogli i nostri doni, o Padre,

in questo memoriale dell’infinito amore del tuo Figlio,

e per l’intercessione dei tuoi santi,

confermaci nella generosa dedizione a te e ai fratelli.

Per Cristo nostro Signore.

ANTIFONA ALLA COMUNIONE

Abbiate in voi gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù:

non fate nulla per spirito di rivalità o per vanagloria.

Non cerchi ciascuno il proprio interesse,

ma piuttosto quello degli altri.


DOPO LA COMUNIONE

Cfr Fil 2,3-5

Signore Dio nostro, questa celebrazione eucaristica,

fonte e culmine della vita della Chiesa,

ci aiuti a progredire nel cammino della salvezza.

Per Cristo nostro Signore.